Visualizzazioni totali

giovedì 3 aprile 2014

Treccia di panbrioche ripiena (idea per buffet/aperitivo)


Non spaventatevi dalla forma particolare di questi panbrioche salati.
Vi assicuro che il procedimento è più difficile a dirsi che a farsi, in ogni caso cercherò di essere più chiara possibile.
Per l'impasto: 500 gr di farina suddivisa per metà tra 0 e 00 , mezza bustina di lievito di birra secco, mezzo cucchiaino di zucchero, un pizzico di sale, 3 tuorli, 100 gr di burro morbido, latte a temperatura ambiente quanto basta ad impastare.
Avviate la planetaria e, dopo aver miscelato tutti gli ingredienti secchi, aggiungete i tuorli, il burro ed il latte. Continuate a lavorarlo con le mani.
Otterrete un impasto morbido e malleabile, ma attenzione a non renderlo troppo morbido.
Fate lievitare un paio d'ore, poi dividetelo in 2 panetti e stendeteli a rettangolo (tanto quanto basta ad occupare un tagliere come quello della foto). Tagliate delle strisce ai lati lunghi del rettangolo inclinate verso il basso, a spina di pesce per intenderci. Dovranno essere parallele le une con le altre perché poi dovrete incrociarle.La parte centrale dovrà essere lasciata libera per inserirvi la farcitura. Io nel primo panbrioche ho messo un vasetto di patè di pomodori secchi e 200 gr di asiago tagliato a dadini, nel secondo una crema di carciofi e 3-4 fettine di prosciutto cotto sminuzzato.
Chiudete poi le strisce incrociandole a mo' di treccia facendo ben aderire ogni striscia al lato del rettangolo.
Lasciate ancora lievitare per un'ora nel forno spento, disponendoli su una placca da forno rivestita di carta forno.
Accendete il forno e, con la teglia all'interno, far arrivare la temperatura a 185°.
Ci vorrà circa mezz'ora, in ogni caso controllate che le trecce non si colorino troppo.
Fate freddare e servite. Ottima idea per aperitivi e buffet. Ovviamente la farcitura potrete modificarla a vs piacere. 

Nessun commento:

Posta un commento