Visualizzazioni totali

sabato 29 marzo 2014

Mini bombe al cioccolato



Presa da una sorta di delirio da pasta lievita (vedete in proposito le pizzelle fritte, ricetta precedente) ho pensato di preparare queste mini bombe facendo però di testa mia, non mettendo uova nell'impasto né patate schiacciate, come vorrebbe la tradizione, almeno quella del centro Italia .
Ma sono venute buonissime, e non mi sono affatto pentita di avere fatto di testa mia, come spesso accade, tranne che x le preparazioni di base dove non metto becco.
Cosa fare: la sera preparate la pasta lievita con 400 gr di farina, suddivisa tra 0 e 00, 70 gr di zucchero, mezza bustina di lievito secco (anche meno), e latte quanto basta x impastare.
Formate un panetto morbido e tenetelo in frigo tutta la notte in una insalatiera coperta dalla pellicola o da un piatto piano. La mattina successiva mettete la pasta lievita fuori dal frigo facendola tornare a temperatura ambiente, occorre circa mezz'ora, quaranta minuti.
Poi mettetela nella planetaria con 70 gr di burro morbido e lasciate andare per 5 minuti (o anche a mano). Toglietela  dalla planetaria e mettetela su un tagliere. Tagliate tanti pezzetti di pasta quanto basta per realizzare delle palline (piccole, in frittura si gonfiano)ed inseriteci all'interno un pezzetto di cioccolato fondente.
Friggetele a fuoco caldo ma non bollente, circa 170 °, perché altrimenti rischiate di renderle scure all'esterno e malcotte all'interno. Giratele spesso in cottura e quando saranno gonfie e dorate scolatele dall'olio e tamponatele per bene con la carta fritti o assorbente.
Quando le bombe sono ancora calde giratele nello zucchero semolato.
Servitele calde, o comunque a distanza di poco tempo dalla cottura.
Non ne avanzeranno. ;-)

Nessun commento:

Posta un commento