Visualizzazioni totali

giovedì 31 ottobre 2013

Idee dolci e salate per Halloween (e non solo)

Se hai figli ancora della fascia di età sensibile a 'sta festa (che poi festa non è, ma solo un preludio ad una festa vera che è Ognissanti) non puoi esimerti alla loro richiesta. Quando sono piccoli è il "dolcetto o scherzetto" e te la cavi con cioccolatini e caramelle comprati.
Quando crescono ti chiedono di preparare qualcosa perché vanno ad una festa di un amico, e tu li accontenti, felice a tua volta. 
E perciò, desiderando i ragazzi sempre un qualcosa col cioccolato, i brownies mi sono sembrati l'idea più indicata.

Io ho seguito la ricetta del grande Santin, prendendomi la libertà di ridurre la quantità di burro e mettendo la frutta secca mista anziché solo le noci.
Vi occorrono: 145 gr di cioccolato fondente (o, se vi piace e siete più "integralisti" quello amaro, al 75%, per me è un po' troppo amaro), 220 gr di burro morbido, 150 gr di farina (io ne ho usata 220 gr perché l'impasto risultava leggermente liquido),140 gr di noci, mandorle e nocciole tritate grossolanamente, 260 gr di uova (io ho messo 6 uova bio medie), 1/2 baccello di vaniglia.
Montate le uova con lo  zucchero e vaniglia con la planetaria  mentre a bagnomaria farete fondere burro e cioccolato. Quando quest'ultimo sarà stiepidito, aggiungetelo al composto di uova mescolando bene dal centro verso l'esterno .
Poi la farina (cui io ho aggiunto un pizzico di bicarbonato) e la frutta secca mista.
Versare il tutto in una placca medio grande rivestita di carta forno e cuocete a 180° per circa 20 minuti. Il dolce deve rimanere morbido e non seccarsi, perciò attenzione ;-)
Una volta freddo, tagliatelo a losanghe o rettangoli e spolveratelo di zucchero a velo.
Un peccato di gola che una volta tanto possiamo concederci.
Adesso passiamo al salato, perché anche gli adulti che restano a cena a casa dovranno pur mangiare.
Stavolta però il piatto strizza l'occhio al vegetariano, anche se prevede l'uso del primo sale e la pancetta. Però gli ingredienti di base sono funghi e zucca.
Ed ecco il mio tortino semi-vegetale

E' ottimo e ve lo suggerisco anche nel caso abbiate ospiti, che gradiranno senz'altro l'idea di mangiare qualcosa di buono senza appesantirsi.
Vi servono: 300 gr di funghi champignon tagliati e saltati in padella con aglio, olio e.v. e peperoncino, 300 gr circa di zucca a dadini messa in forno a 200° per circa 15 minuti e ridotta in purea, 150 gr di pancetta tesa sottile tagliata a pezzetti, una fetta di formaggio primosale, olio  e pangrattato.
Mescolate zucca e funghi ed aggiungete se necessario poco sale (tenendovi basse come quantità perché dovete aggiungerci la pancetta),  il primosale  a dadini e la pancetta. Versate su una teglia coperta da carta forno, spolverare col pangrattato e sopra un filo d'olio.
Cuocete a 190° per circa 20 minuti  fino a che il tortino non sarà leggermente dorato.
Ve lo consiglio vivamente ;-) 

domenica 20 ottobre 2013

La mia Quiche Lorraine



E' un classico della cucina francese, la mangiai per la prima volta proprio lì e ne rimasi folgorata.
La preparo ormai da tanti anni, è sempre gradita da tutti ed è di facilissima esecuzione.
Io al posto della brisee per la base uso un impasto con l'olio extra vergine, ma voi, se preferite, usate pure la base originale. Io però vi consiglio la mia, perché è più leggera e compensa il contenuto certamente più ricco e calorico del ripieno.
Ingredienti: la base- 250 gr di farina (metà 0, metà 00) , un pizzico di bicarbonato, un pizzico di sale, un cucchiaio abbondante di olio e.v, acqua quanto basta per un impasto morbido ma sodo.
Ripieno- 250 ml di crema di latte, 2 uova intere bio, 150 gr di bacon già tagliato a liste molto sottile, 150 gr di prosciutto cotto sminuzzato.
Formate la base impastando bene tutti gli ingredienti ottenendo un panetto liscio e malleabile.
Foderarci il fondo di una teglia rotonda di medio diametro e disporci sopra le fettine di bacon fino a rivestirlo del tutto. Aggiungerci poi, sempre disponendolo sulla base, il prosciutto sminuzzato. 
Battere  poi le uova con la crema di latte e versarle nella torta, facendo in modo che il composto sia sparso in modo uniforme.  Cottura in forno a 185° per circa 30 minuti fino a quando il contenuto si sarà ben solidificato, restando comunque un po' cremoso. Ottima per tutto, aperitivo, cena tra amici o in famiglia. Non ne avanzerà.  :-D

domenica 13 ottobre 2013

CROSTATA MANDORLE MELE E LIMONE


La frolla di questa crostata è fatta con l'olio di girasole al posto del burro.
Non sarà perciò una frolla tradizionale (che cmq non si batte) ma  è una validissima alternativa più leggera e meno calorica, che consumeremo  con minori sensi di colpa :-D
Il ripieno è una mia creazione, particolare e delicato, secondo me vi piacerà.
Ecco gli ingredienti:
-frolla- 250 gr di farina 00, la punta di un cucchiaino di bicarbonato, 120 di zucchero, 1 uovo medio intero bio, 1 bicchierino di olio di girasole, un cucchiaio di liquore Strega;
-ripieno- 200 gr di mandorle tritate, 2 mele cotte a vapore ancora consistenti che avrete schiacciato e dolcificato con 2 cucchiaini di miele bio millefiori, mezzo vasetto di marmellata di limoni, 2 cucchiai di zucchero a velo.
Procedete così: preparate la pasta frolla come da consuetudine formando un disco per la base e lasciando da parte il resto per le strisce . Versateci poi il ripieno che avrete composto frullando le mandorle ed aggiungendo gli altri ingredienti mescolando bene. Decorate con le strisce di impasto ed infornate a 180° per 20-30 minuti, o cmq fino a leggero raggiungimento di colore.
Fate freddare e spolverate di zucchero a velo.
Ottima per ogni occasione, compresa una colazione per coccolarci un po'. ;-)

lunedì 7 ottobre 2013

TORTA SOFFICE ALLO YOGURT CON CREMA E MIRTILLI


Per un pomeriggio autunnale tra amici la vedo veramente bene. Ma anche se gli amici latitano e volete concedervi un peccato di gola senza picchi calorici.
Cosa vi serve:
-torta- 4 uova bio intere piccole o medie, 180 gr di zucchero, 250 gr di farina debole, 20 gr di amido di mais, mezza bustina di lievito per dolci, la punta di un cucchiaino di bicarbonato, la buccia grattugiata di un limone bio, un bicchiere piccolo di olio di girasole, 2 vasetti di yogurt bianco magro;
-farcitura- una mezza dose di crema pasticcera, con latte parzialmente scremato (o intero, se preferite, ma viene buona anche con il latte più leggero), mezzo vasetto di mirtilli sciroppati.
Procedete così: montate nella planetaria (o con fruste elettriche) le uova con lo zucchero e poi il resto degli ingredienti, poco alla volta, per ultimi olio e yogurt.
In forno a 180° per mezz'ora e, se ancora è poco cotta all'interno, altri 10 minuti a 170°.
Fate freddare e tagliate il dolce in due dischi. Irrorateli con un po' di sciroppo dei mirtilli, farcite con crema e frutti e chiudete. Ancora sciroppo sulla sommità e poi zucchero a velo.
Da accompagnare ad un buon caffè, tè, tisana o bevanda calda a piacere.
Provatela perché è semplice e sarà gradita da tutti!