Visualizzazioni totali

domenica 29 settembre 2013

Zuppa di ceci e cozze (bona la prima)

 
Esperimento riuscito al primo tentativo.
Mi sentivo tanto la protagonista di una sfida ai fornelli televisiva.
Ero ospite da amici e, dopo il cinema, la mia amica mi dice di avere comprato le cozze, i ceci e le alici (che io aborro). Escludendo le ultime mi è venuta l'idea della zuppa ed in un'oretta circa è venuta fuori un'ottima cena. Vi servono (per 4/5 persone): 350 gr di ceci già ammollati, 1 sacchetto di cozze che avrete bel pulito e liberato da ogni residuo filamentoso, 200 gr di pasta x minestre a scelta  (anche spaghetti spezzati sono ottimi),  brodo vegetale quanto basta a riempire mezzo tegame di coccio, aglio, peperoncino, rosmarino fresco, olio e.v.
Fate cuocere i ceci nel brodo vegetale, saltandoli prima con olio , aglio, peperoncino.
Durante la cottura preparate le cozze, che farete solo aprire a fiamma vivace in una padella di ampio diametro. Una volta cotte, filtrate con un passino il loro liquido e sgusciatele tutte . 
Quando saranno ben cotti i ceci, schiacciatene una parte e rimetterli nel tegame a fiamma bassa ancora un po' aggiungendo il liquido filtrato delle cozze ed il rosmarino. 
Cuocete a parte la pasta e, ancora molto al dente, incorporatela nella minestra insieme alle cozze.
A fuoco lento ancora un poco. spegnete il fuoco e fate riposare per 5-8 minuti.
Servitala tiepida con olio e.v. a crudo.
Come primo tentativo direi che è andato benissimo :-)  

giovedì 26 settembre 2013

ANCORA IDEE PER ANTIPASTI ED APERITIVI


Non avete idee di quanto siano facili questi stuzzichini e come, con altrettanta facilità, verranno spazzolati via in un baleno! Per l'impasto vi occorrono: 200 gr di farina debole, un pizzico di bicarbonato, un cucchiaio di olio e.v., sale q.b., acqua appena tiepida per impastare.
Ripieno: 2 wusterl di buona qualità, 200 gr di ricotta di pecora, 1 cucchiaio di pesto alla genovese.
Miscelate gli ingredienti, poi aggiungere tanta acqua quanto basta ad ottenere un impasto consistente ma facile da stendere con il mattarello. Lo spessore dovrà essere più o meno come quello della pizza in versione sottile. Per quelli ai wusterl tagliate dei rettangoli sufficienti ad avvolgerne ognuno, a rivestirli in sostanza. Tagliateli come vedete nella foto. Per quelli ricotta e pesto (precedentemente mescolati) ricavate un rettangolo più grande ed, una volta farcito con il ripieno, arrotolatelo a mo' di strudel, tagliando delle fette abbastanza spesse. Spolverate di pepe nero macinato al momento ed infornate per 15 minuti a 185°. Da servire tiepidi, ma anche freddi non sono affatto male.
Non ne avanzeranno!  

martedì 24 settembre 2013

TORTA COCCO LIMONE


E' un dolce semplice di sicuro gradimento, adatto sia per una pausa tè/caffè che per un dessert di fine pasto. L'idea l'ho avuta dal grande chef Sergio Maria Teutonico, che in una sua video ricetta la preparava con la confettura di fragole. Io però trovavo più interessante l'accostamento cocco-limone ed ho proceduto (diminuendo la quantità di burro).
Vi servono:  -per la base- 200 gr di farina debole, 100 gr di burro, 180 gr di zucchero, 2 uova medie intere, 1/2 bustina di lievito per dolci;
-per la farcitura- marmellata di limone bio o altra confettura a piacere;
-per la copertura- 200 gr di cocco disidratato (farina di cocco) 100 gr di zucchero, 3 uova medie intere.
Preparate la base lavorando nella planetaria (o con le fruste elettriche) il burro e lo zucchero, aggiungendo poi un uovo alla volta e la farina miscelata al lievito.
Ottenuto un impasto morbido disporlo sul fondo di una teglia da dolce media, disponete su tutta la superficie cucchiaiate di marmellata di limone, coprite poi con l'impasto composto dal cocco, uova intere e zucchero (lavorati insieme). In forno a 180 ° per circa 30 minuti (abbassate a 170° se la copertura al cocco dovesse scurirsi).  Provatela d poi ditemi!

domenica 22 settembre 2013

IDEE PER ACCOMPAGNARE UN APERITIVO


Stavolta prepariamo cose salate, così non ci si annoia :-D.
Le ho portate ad amici per un aperitivo e sono state molto gradite. Le ho messe insieme in questa pagina perché sono semplici da realizzare e vi consentono di gestirvi bene come tempi anche preparandole entrambe.
Quello che vedete sul tagliere è un plum cake salato, nella sua versione più semplice (con la pancetta a dadini), ma si presta a molte varianti (per esempio provola e zucchine, prosciutto di praga e formaggio asiago) perché era destinato anche ai bambini.
Si prepara velocemente con: 250 gr di farina 00, mezza bustina di lievito istantaneo per preparazioni salate, 2 uova bio intere, 250 gr di pancetta a dadini, 250 ml di crema di latte (panna liquida), un pizzico di sale, un filo di latte se necessario.
Mescolate gli ingredienti secchi, poi aggiungere la pancetta e, per ultimi, le uova batture e la crema di latte fino ad ottenere un impasto morbido ma non liquido. Se la consistenza fosse troppa, aggiungete un filo di latte. Versate nell'apposito stampo e cuocete per 30/40 minuti a 180° facendo in ogni caso la prova stecchino. Servite freddo. Vi assicuro che non ne avanzerà una briciola.  ;-)
Quelli che vedete in teglia sono invece gli scones (focaccine inglesi che si servono con il tè, farcite di burro e confettura, paradisiache) nella versione salata con prosciutto cotto, olive verdi e zafferano.
Facili anche queste, solo poco tempo in più per stendere la pasta e tagliarla a dischi.
Occorrono: 400 gr di farina (1/2 manitoba e 1/2 debole), mezza bustina di lievito istantaneo, 1 bustina di zafferano (quello pronto va bene, evitiamo i pistilli che costano un botto), 1 uovo, 100 gr di burro morbido, due manciate abbondanti di olive verdi sott'olio (comprate a peso all'alimentari e denocciolate da voi, non quelle pronte, vi prego) , 3 fette di prosciutto cotto sminuzzato, 2 cucchiai di reggiano o grana, sale e pepe q.b.
Miscelate le farine, lo zafferano, il reggiano, il lievito ed il sale, aggiungete poi il burro a pezzetti e lavorate per avere un impasto granuloso. Aggiungete poi l'uovo battuto e poca acqua che renda malleabile l'impasto. Per ultimi le olive ed il prosciutto sminuzzati.
Formate una massa liscia e facilmente lavorabile, che stenderete in uno spessore di 2,5 cm. e taglierete con un bicchiere di diametro medio-piccolo per ottenere dei dischi da disporre su una placca . In forno a 180° per mezz'ora, poi gli ultimi 7-8 minuti a 170°. Servite anche questi freddi. saranno graditi a tutti. :-)  

giovedì 5 settembre 2013

Golosità di fine estate (crackle tops e "pane" ciocco--noci)



L'estate sta finendo dicevano i Righeira. E noi ne approfittiamo per riutilizzare il cioccolato nelle ns ricette dolci, rigorosamente fondente, quello buono. I primi, i crackle tops, sono dei biscotti americani, che andrebbero formati appunto come biscotti mentre io li ho messi nei pirottini per dargli una forma più sfiziosa ed evitare eventuali "ampliamenti" da cottura. Facili e veloci, per gli amanti del fondente una vera golosità. Occorrono: 200 gr di cioccolato fondente, 90 gr di burro, 140 gr di zucchero, 3 uova intere, la polpa di mezza stecca di vaniglia naturale, 200 gr di farina, 1/2 bustina di lievito, 25 gr di cacao amaro, zucchero a velo di copertura.
Fate fondere il cioccolato a bagnomaria con il burro e lo zucchero. In un'altra coppa mescolate gli altri ingredienti in polvere ed aggiungete le uova una alla volta. Incorporateci infine il composto di cioccolato. Mescolate bene fino ad ottenere un composto sodo. Inserite un cucchiaio di impasto in ogni pirottino riempendolo fino a due terzi, poi spolverare di zucchero a velo ogni dolcetto (in questo modo verranno croccanti in superficie, da qui il nome, crackle tops). Cuoceteli a 165° per circa 30 minuti e serviteli freddi, spolverati nuovamente di zucchero a velo. Nel caso li vogliate più consistenti e croccanti, prima di formarli mettete il composto il frigo un'oretta, poi dargli la forma a disco, senza pirottino, e cuoceteli a 170°.  
Il "pane" ciocco-noci è un pane solo nel nome. In realtà si tratta di un plum cake golosissimo, contenente  ingredienti calorici e golosi. Da consumare con moderazione ma non ci riuscirete :-D
Procuratevi: 115 gr di zucchero, 115 di farina, mezza bustina di lievito, 50 gr di amido di mais, 115 di burro morbido, 2 uova intere, polpa di vaniglia naturale, 25 gr di noci sminuzzate, 50 gr di cioccolato fondente a scaglie, zucchero a velo.
Montate il burro con lo zucchero nella planetaria (oppure con le fruste elettriche) fino ad ottenere una crema, poi le uova una alla volta. Poi gli ingredienti secchi poco alla volta, mescolando bene.
Versate in uno stampo da plum cake e cuocete a 180° per circa 30 minuti, facendo in ogni caso la prova stecchino. Questa dose basterà per 4-6 persone, altrimenti raddoppiatela.
Vivamente consigliato, anche se siete attenti alla linea, tanto il giorno dopo insalata no?  :-D