Visualizzazioni totali

domenica 19 maggio 2013

FETTE BISCOTTATE HOME MADE


Esperimento riuscito al primo tentativo. Il  problema è stato conservarle quel tanto che basta per farci colazione un paio di giorni, perchè gli assalti del "lupetto di casa" sono stati numerosi e consistenti.
La ricetta l'ho presa dall'ottimo blog di anice e cannella, con qualche piccola modifica nella formazione del panetto e della asciugatura della pasta. Per il resto il dosaggio è perfetto così com'è, mi sono solo limitata a sostituire il malto che non avevo con il miele e ad usare il lievito secco anzichè quello fresco (con il primo mi trovo molto meglio).
Perciò un solo consiglio: preparatele perchè ne vale la pena, il tempo ci vuole solo per farle biscottare ma il procedimento è molto semplice e, vi assicuro, sono un'altra storia rispetto a quelle industriali.
Ingredienti: mezzo kg di farina 0, mezza bustina di lievito secco, 75 gr di zucchero, 4 cucchiai di olio di girasole, un pizzico di sale, un cucchiaino di miele, acqua q.b. per impastare.
Procedimento: miscelare gli ingredienti secchi, poi l'olio,  il miele e tanta acqua a temperatura ambiente quanto basta ad ottenere un impasto morbido e malleabile.
Fare lievitare almeno un'ora, poi formare un filoncino ed inserirlo in uno stampo da plum cake.
Tenere in forno spento e far lievitare ancora facendo raddoppiare di volume.
Cuocere a 185° per 30 minuti, poi togliere dallo stampo ed ultimare la cottura sulla griglia del forno per altri 15 minuti a 170°. Far freddare il filone e poi tagliarlo a fette abbastanza sottili, che disporrete sulla griglia del forno e farete asciugare a 80°-100° per circa 30 minuti, o comq fino a quando le vedrete perfettamente biscottate. Attenzione a non cuocerle troppo, limitatevi ad asciugarle, mi raccomando!  La ricetta originale prevedeva anche una copertura del panetto con tuorlo d'uovo battuto con il latte ma io le ho preferite al naturale.
Sono eccellenti per la colazione spalmate di confettura (io ho usato quella che prepara mia mamma con le albicocche spettacolari di Sabaudia), o anche, in alternativa, con fomaggio spalmabile e/o affettato nella versione salata. Insomma, fatele e non ve ne pentirete! 

Nessun commento:

Posta un commento