Visualizzazioni totali

sabato 9 marzo 2013

TORTA MIMOSA, QUELLA MIA



Invito tutti coloro che leggono il mio blog di provare almeno una volta a fare questa torta in casa.
In vista dell'8 marzo ti consigliano in molti di acquistarla in pasticceria per regalarla alle donne della vs famiglia, ovviamente x alimentare il mercato di vendite collegate a questa ricorrenza .
 Io che invece sono una che bada alla sostanza, sono ovviamente contraria a tutto questo.
Perciò se vorrete cmq festeggiare farete un 'ottima figura a regalare un dolce fatto da voi, se vi ci dedicherete anche il resto dell'anno ancora meglio, perchè è una torta che si presta anche a delle ottime varianti alla frutta. Cosa vi serve:
un pan di spagna preparato con 4 uova medio-grandi, 150 gr di zucchero, 150 di farina (inserirvi 2-3 cucchiai di maizena) e procedere come d'abitudine (montare tuorli con lo zucchero, aggiungere la farina e poi gli albumi montati a neve ferma con un  pizzico di sale), che cuocerete a 180° per circa 15-20 minuti. Io ho usato uno stampo abbastanza ampio perchè volevo che la torta fosse bassa e perciò un tempo limitato di cottura è andato benissiimo. Se invece vorrete farla più alta, cuocetela per mezz'ora , controllando in ogni caso a fine cottura.
Preparate poi una dose c crema pasticcera (mezzo litro di latte, 3 tuorli, 100 gr di zucchero e 50 gr di farina, scorza di limone o un filo di liquore)cui avrete inserito 2 fogli di gelatina ammorbidita in precedenza. Quando sarà fredda incorporatevi 200 ml di panna montata leggermente zuccherata.
Tagliate il pan di spagna in due dischi, dopo aver ritagliato il bordo esterno.
Poggiate il disco inferiore su un piatto da portata e bagnatelo con un liquore a piacere.
Il disco superiore lo ritaglierete al centro ricavando un secondo disco più piccolo, aiutandovi con un piattino da dolce. Conservate per il seguito la corona esterna frutto di questa operazione.
Ritagliate a dadini il disco piccolo ottenuto dal ritaglio irrorandolo di un liquore che esalti il giallo del pan di spagna (tipo il vov o mandarinetto). Ora versate sul primo disco la crema unita alla panna (a piacere anche scaglie di cioccolato fondente), poi poggiate delicatamente la corona che coprirà tutto il bordo esterno (attenzione a non romperala durante questa fase) ed infine i dadini di pan di spagna irrorati con poco liquore . Un altro "giro" di liquore per completare, poi lo zucchero a velo.
Conservate in frigo e toglietela   almeno mezz'ora prima di servirla.  Non è affatto complicata come sembra, il pan di spagna potete anticiparlo il giorno prima. Vi assicuro che il risultato non vi farà rimpiangere la mimosa della pasticeria.  ;-)  E' ottima anche nella versione all'ananas ed alle fragoline di bosco. 

 

Nessun commento:

Posta un commento