Visualizzazioni totali

sabato 9 febbraio 2013

Ciambelle e frittelle di semolino (a carnevale ogni dolcetto vale)

CIAMBELLE AL FORNO CON GOCCE DI FONDENTE
Ad essere sincera queste ciambelle volevo friggerle (avendo le patate lesse nell'impasto), poi ho scoperto di non avere olio a sufficienza ed ho optato per la versione al forno, aggiungendo le gocce di cioccolato. E devo dire che il risultato è stato ottimo ugualmente.
 Cosa serve: 250 gr di farina 00, 250 gr di farina manitoba, 250 gr di patate lessate e schiacciate, mezza bustina di lievito di birra secco, 160 gr di zucchero semolato, 80 gr di burro morbido, 2-3 cucchiai di olio e.v. , gocce di cioccolato fondente.
Impastare le farine con le patate e poca acqua tiepida, aggiungere poi il resto degli ingredienti (tranne il cioccolato) fino ad ottenere una massa morbida ma consistente. Lasciare lievitare almeno 2 ore, poi stendere l'impasto dandogli uno spessore medio e formare dei dischi, forandoli poi al cento con l'apposito utensile. Premere le gocce di fondente su ogni ciambella e lasciarle lievitare ancora su una teglia (lasciata in luogo tiepido) fino a raddoppio di spessore. Cuocere a 180° per circa 20 minuti e spolverare di zucchero a velo.  Non vi faranno rimpiangere la versione fritta, anche se innegabilmente golosa. Provatele e ditemi!

FRITTELLE DOLCI DI SEMOLINO
Trattasi di una new entry, molto golose e gradevoli, nonostante la frittura molto leggere.
Fate così: scaldare un litro di latte (senza ebollizione) e versare molto lentamente il semolino (150 gr). Sinceramente sta storia del "semolino a pioggia" non l'ho mai tanto capita, perchè quando lo verso in quel modo vengono i grumi, se lo verso lentamente non c'è questo inconveniente.
Ad ogni modo realizzate la crema di semolino nel modo a voi più consono, fino ad ottenere una consistenza soda. Quando è ancora tiepido aggiungere  100 gr di zucchero e 80 gr di uva passa rinvenuta in un liquore a piacere. Una volta fredda incorporare anche 2 uova intere e due tuorli (tenere da parte gli albumi) e la buccia grattugiata di un'arancia bio. Battere leggermente gli albumi e passarvi velocemente delle quenelle di crema di semolino (aiutandovi con 2 cucchiai) e poi nel pangrattato di mais. Friggere in abbondante olio di girasole ben caldo (ma non troppo) e passare su carta assorbente. Poi passare le crocchette nello zucchero Zefiro e servitele.
In ogni caso sono buone anche fredde, basta che le serviate il giorno stesso.
Assolutamente consigliate!

Nessun commento:

Posta un commento