Visualizzazioni totali

domenica 28 ottobre 2012

Dolce ripieno di crema di marroni



Ormai la temperatura è quella giusta, perciò questo dolce è quello che ci vuole. 
Mi è stato regalato un vasetto di crema di marroni  ed ho pensato di farne buon uso per questo primo week end di temperatura autunnale. Ho cercato spunti in rete ma non ho trovato quello che cercavo, così ho fatto di testa mia.
Il risultato è stato ottimo, a volte, si sa, la fortuna aiuta gli audaci :-D
Cosa occorre: per il guscio di pasta 250 gr di farina debole miscelata con un pizzico di lievito per dolci, 100 gr di zucchero, 100 gr di burro,  un cucchiaio abbondante di olio di girasole e poco latte.
Il ripieno: 70-80 gr di biscotti secchi sminuzzati ed irrorati con un po' di Baileys (meglio ancora se disponete di un po' di pan di spagna fatto in casa) , un vasetto di crema di marroni ed un cucchiaio di cacao amaro. Procedere così: stendere la pasta (impastata non troppo a lungo fino ad ottenere un impasto sodo ma malleabile) in due dischi. Con il primo foderate la base di una teglia rotonda di medio diametro, versandoci poi il composto di crema di marroni e biscotti ammorbiditi con il liquore, chiudendo poi con il secondo disco . Cuocete a 180° per circa 30 minuti o comunque fino a leggera doratura del dolce Far freddare e spolverare di zucchero a velo. Oggi, dopo il pranzo della domenica dalla mamma, l'ho servita con un po' di crema pasticcera preparata da lei. L'accostamento era eccellente , anche se io la vedrei bene anche con una panna semimontata poco dolcificata e spolverata con poco cacao.  Ve la consiglio veramente, per scaldare questi primi freddi pomeriggi autunnali.

domenica 21 ottobre 2012

Torta "sabbiosa"



Per onestà devo ammettere che in origine la mia idea non era questa. Volevo fare una sfogliata alle pere. Poi la pasta sfoglia non è uscita esattamente impeccabile, di constenza sicuramente diversa....ma bona da morì. Insomma, come accade spesso in cucina, da un errore può nascere una nuova ricetta e forse questo è un episodio di quelli. Cosa occorre: per la "sfoglia" 250 gr di farina 00 ed altrettanti di burro di ottima qualità a pezzetti. Il ripieno prevede 2 pere ed una mela  tagliate a dadini, una manciata di prugne morbide denocciolate, tutto saltato in padella con qualche cucchiaio di zucchero grezzo ed un cucchiaio di rum. La mia sfoglia veloce l'ho impastata al primo passaggio tutta insieme (burro e farina nella planetaria), molto velocemente non appena raggiunta la consistenza. Poi l'ho tenuta in frigo a rassodare, dandole poi i "giri" un po' alla volta, sempre alternando con dei passaggi in frigo. Ho diviso in 2 panetti, il primo l'ho steso come base del dolce. Per non ammorbidire troppo la sfoglia con il ripieno di frutta vi ho sbriciolato dei biscotti secchi, versandoci poi la frutta raffreddata. Il secondo disco non sono riuscita a stenderlo senza disintegrarlo (mea culpa) e perciò (colpo d'occhio e rapidità di esecuzione) l'ho sbriciolato sopra a copertura. Ho infornato a 185° per circa 30 minuti e, poco prima di estrarla dal forno, l'ho cosparsa di zucchero zefiro. Mi raccomando di lasciarla freddare bene prima di servirla, sennò non riuscirete nemmeno a porzionarla. In sostanza, per essere frutto di un errore è venuta buonissima e mi sento di consigliarla vivamente, anche perchè a casa mia è durata assai poco (circa 24 ore, più o meno).  :-D   

sabato 13 ottobre 2012

Biscotti al latte (per non saltare la colazione)

Se volete fare una colazione come si deve ed avete a disposizione una mezz'oretta (più o meno), non potete lasciarvi scappare questi biscotti al latte, cui io ho apportato qualche variante perchè le ricette trovate in giro non mi convincevano del tutto. Facili facili, sprigioneranno un profumo dal forno che vi invoglierà non solo a mangiarli ma anche a rifarli.
Userete: 500 gr. di farina 00 di cui 100 di farina d'avena (va bene anche tutta farina bianca), 2 tuorli, 180 gr di zucchero, 1 bicchierino di olio di girasole, 150 gr di ricotta magra, mezzo bicchiere di latte, 1 cucchiaio di limoncello, mezza bustina di lievito per dolci, zucchero di canna per decorare.
Miscelare le farine con il lievito, poi i tuorli lavorati con lo zucchero ed il liquore e, successivamente tutti gli altri ingredienti. Formare un impasto morbido ma sodo e poi dei filoncini che taglierete in piccoli pezzi lunghi circa 4-5 cm.  Prima di infornare passarli nello zucchero di canna (solo superficie) e disporli in una teglia leggermente distanziati. Infine in forno preriscaldato a 185° per i primi 10 minuti, poi a 180° per altri 15. In ogni caso controllare perchè quando saranno leggermente dorati sarà il momento di sfornarli.
Buoni per la vs colazione ma anche da accompagnare ad un buon caffè.  ;-)

sabato 6 ottobre 2012

Strudel salato

Questa è una bella pensata, specie quelle sere in cui ti mancano le idee per mettere insieme la cena, oppure vuoi preparare una cosa originale e non sai dove sbattere la testa.
Non è difficile da fare e si presta a numerose varianti.
Procedete così: la pasta strudel consiste nella cd. "pasta sciocca" cioè un impasto fatto con 250 gr. di farina (meglio zero, in alternativa anche la doppio zero), un  cucchiaino abbondante di lievito istantaneo per torte salate e focacce, poco sale, un cucchiaio di olio e.v. ed acqua quanto basta ad ottenere un impasto malleabile ma consistente, che poi stenderete su uno strofinaccio pulito con il mattarello (sfoglia sottile, mi raccomando). Se la pasta sarà abbastanza soda e asciutta non dovrete cospargere di farina lo strofinaccio, altrimenti fatelo! Poi si passa alla farcitura. Io ho utilizzato 300 gr. di spinaci a vapore salati e irrorati con un filo di olio,  2 patate cotte a dadini (sbucciate) con un filo di latte ed un filo di olio (poi salate un poco e spolverate di pepe), 2 fettine di prosciutto crudo a pezzetti, 2 sottilette a pezzetti (i "puristi potranno usare la scamorza affumicata, niente mozzarella perchè rilascia liquido).
Si distribuisce poi la farcitura su tutta l'ampiezza della sfoglia, lasciando liberi i bordi  e si arrotola il tutto aiutandosi con lo strofinaccio. Sigillare bene i bordi laterali. Passare la superficie dello strudel con lo scottex imbevuto di olio (oppure usando un pennello di silicone) e trasferirlo messo per obliquo su una teglia rettangolare (quelle piatte in dotazione con il forno). Cuocere in forno preriscaldato per circa 25-30 minuti a 185°. Negli ultimi 10 minuti di cottura abbassare la temperatura a 170°. Servire tiepido. Ovviamente è possibile realizzarlo con altri ripieni a vs scelta, lasciate spazio alla fantasia. Buono sul serio. ;-)