Visualizzazioni totali

domenica 12 agosto 2012

CROSTATA ALLE PESCHE


Un dolce che nel torrido mese di agosto non appesantisce e si rivela gradevole e di sicura riuscita.
Occorre: una dose di frolla all'olio (di girasole) preparata con 300 gr di farina 00, 120 gr di zucchero, un pizzico di lievito per dolci,  i semi di un baccello di vaniglia, 2 tuorli d'uovo, 1 bicchierino di olio.
Preparatela come da consuetudine e fatela riposare un po' in frigo.
Prendete poi tre pesche gialle, tagliatele a dadini e saltatele in padella con 2-3 cucchiai di zucchero grezzo ed un liquore a vs scelta (cointreau, grand marnier, nel mio caso whisky perchè avevo finito i precedenti :-D) . Fate freddare.
Procedete poi con una crema al semolino con 250 ml di latte (circa una tazza da colazione), una stecca di vaniglia, 60 gr di semolino e 60 gr di zucchero. Fate freddare anche questa.
Rivestite il fondo di una teglia da crostata (dm circa 23 cm) con la frolla disponendoci qualche cucchiaio di confettura di ciliegie extra (io ne uso una fatta in casa da mia madre, in ogni caso una di ottima qualità di trova nella grande distribuzione)   e cuocete per circa 20 minuti a 175°.
Una volta freddata versarci la crema di semolino e sopra le pesche. Tenere in frigo qualche ora prima di servire.  Come variante potete utilizzare mezza dose di crema  pasticcera o anche, nella versione vegana, la crema di semolino con il latte di soia.
Provatela e ditemi. Io la consiglio vivamente. ;-)

2 commenti:

  1. Ha un aspetto invitante ed io ho giusto giusto una quintalata di pesche da smaltire!!!!

    RispondiElimina
  2. Buonissima la crostata e complimenti per il blog. Se ti va di contraccambiare ci farebbe piacere.Ciao!!!

    RispondiElimina